Sul ponte sventola bandiera bianca

No, non è un articolo sulla recente scomparsa del grande Franco Battiato.

In questo post voglio parlare di bandiere, quelle vere.

Sono appena cominciati i campionati europei di calcio (Euro2020, nel 2021??) e voglio farti una domanda, riusciresti a distinguere le bandiere dei vari paesi partecipanti?

Sicuramente associare una bandiera partendo dal nome della nazione è relativamente semplice, ma possiamo dire la stessa cosa quando invertiamo le cose? Sapresti indicare il paese cui appartiene una determinata bandiera?

Ogni bandiera rappresenta un popolo, una tradizione, gli ideali, ma molto spesso tutto questo è ad uso e consumo interno, soltanto per quel determinato popolo.

Noi abbiamo il nostro bel tricolore: verde, bianco e rosso. Ma quanti nel mondo sono in grado di distinguere a primo colpo il nostro vessillo? Anzi, aggiungo che, in Italia molti non sanno se il primo colore è il verde o il rosso.

E che dire delle bandiere dei paesi africani? Quelle dei paesi dell’Est? Ma anche quelle asiatiche, sono tutte più o meno uguali.

Esistono però bandiere che sono immediatamente riconoscibili, senza nessun dubbio. La bandiera americana, quella del Giappone, quella Cinese, quella di Israele o del Canada, quella brasiliana come quella della Gran Bretagna.

Cosa hanno di particolare queste bandiere?

Sono uniche, non corrono il rischio di essere confuse, con nessun’altra.

Come tutte le bandiere rappresentano per il proprio popolo un insieme di valori, tradizioni, storia e cultura in cui rappresentarsi.

A differenza delle bandiere “comuni” le bandiere di USA, Canada, Svizzera, Regno Unito, Giappone, Cina, Israele, Brasile allargano la propria aura oltre confine.

Si collegano direttamente, nella mente di chi le vede garrire al vento, ad un attributo identificativo di quel popolo.

Così la bandiera USA per alcuni rappresenta la parola libertà, per altri la parola guerra, per altri ancora la parola sviluppo tecnologico. Allo stesso modo la bandiera giapponese e tutte le altre.

Un processo mentale automatico, una forza comunicativa che le bandiere degli altri paesi non hanno.

E la tua azienda, il tuo marchio, ha una bandiera o un tratto visivo forte e distinguibile, o sei uno dei tanti?

La vision e la mission, ma anche il tuo posizionamento non sono nulla se non hanno un supporto di un forte tratto visivo che supporti il tuo messaggio e che martelli nella mente dei tuoi clienti un concetto chiaro e semplice.



Post recenti

Mostra tutti

Continuiamo il percorso alla scoperta dei samurai che aiutano imprenditori e professionisti a sviluppare una personalità attraente, che aiutano a diventare una persona con cui gli altri hanno piacere